Leggevo l’articolo di Booking Blog sulla strategia che gli albergatori dovrebbero adottare per realizzare una corretta campagna offerte per hotel.

kiwi-scrub-virgin-islands
photo@scrubisland.com

Posso definirmi a tutti gli effetti una ‘Bargain Hunter‘ e, prima di prenotare l’hotel (sia quando viaggio in coppia per leisure, sia quando prenoto per l’azienda), passo ore a cercare offerte speciali e il migliore rapporto qualità prezzo.

Quello che mi attira, che cerco è: valore aggiunto!

So bene che se pago poco non ottengo un’Experience, ma solo un posto letto.
Mentre per una cifra leggermente più alta val la pena cercare chi ti offre incluso nel prezzo: il contenuto del frigobar, wi-fi, ingresso alla Spa… magari anche il parcheggio.

Mi sento davvero ben accolta se all’arrivo mi offrono un drink (anche analcolico), se in camera trovo il set per caffè e tè, una buona linea di cortesia, un cioccolatino di una marca non scadente… il paradiso se trovo i fiori freschi o se mi mettono il tappetino per la notte!

Queste mi sembrano piccole cose che non costa molto includere… eppure rendono il mio viaggio, anche se di lavoro, un’esperienza da ricordare e di cui parlare… e state tranquilli che io parlo tanto!

In genere sono sempre rimasta molto contenta (tranne una volta in cui ci hanno ‘riprotetti’ in un sottoscala).

Saluti,
🙂

Post a comment